HOME OGGETTI 3D LIBRI CORSI TUTORIAL FORUM SHOP CONTATTI   LOGIN









Autore Topic: Copertura piana isolata praticabile  (Letto 24335 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Simenon379

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 315
Copertura piana isolata praticabile
« il: 16 Luglio 2010, 12:03 »
Per la prima volta nella mia attività professionale devo realizzare una copertura piana a terrazzo praticabile ed isolata con pannelli in EPS.
L'inesperienza e la non completa soddisfazione nella lettura di manuali e schede tecniche mi porta a rivolgermi a voi per avere qualche consiglio e per lenire qualche insicurezza.
Il pacchetto di copertura l'ho predisposto così:
-lascio la guaina bituminosa posata sul solaio in modo da utilizzarla come barriera al vapore,
-massetto (alleggerito con perlite) delle pendenze in cls con pendenza dal 1 al 2%,
-doppio strato di pannelli in EPS da cm 5;
-strato di scorrimento in polietilene;
-massetto con rete elettrosaldata(alleggerito con perlite) di cm 5;
-doppio strato di mapelastic con interposta rete in fibbra di vetro alcaliresistente;
-pavimento in gres porcellanato da 1cm;

Domanda 1: lo strato così composto va' bene?
Domanda 2: i pannelli in EPS devono essere incollati o posati a secco visto che sono zavorrati dal massetto e dalla pavimentazione?
Domanda 3: lo strato di polietilene va bene posto solo tra i pannelli isolanti ed il massetto? di che spessore e tipo deve essere?


Spero di non essere stato pesante!!! e perdonate la mia inesperienza!
Grazie a tutti
...ognuno è l'architetto di se stesso!

massimo

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.999
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #1 il: 16 Luglio 2010, 19:49 »
ciao simeon...si può andare...però preferisco mettere partendo dal solaio:
B.V.
EPS
strato di pendenza con perlite o polistirolo o faocem
guaina impermeabilizzante
massetto in sabbia e cemento
mapelastic con retina
e infine pavimento incollato

preferisco avere il polistirene a contatto con la barriera al vapore...
sentiamo anche gli altri che dicono
ciaoooooooooooo
max

in alcune situazioni estreme la legge è inadeguata.Per porre rimedio alla sua inadeguatezza è necessario agire al di fuori della legge,per ottenere la giustizia naturale.Questa non è una vendetta:la vendetta non è un motivo valido,è una risposta emotiva.No,non vendetta..Punizione!the punisher

confux

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 101
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #2 il: 19 Luglio 2010, 14:23 »
Io ho realizzato e posato sul tetto piano della mia casa, che verrà utilizzato come terrazzo, un classico tetto-rovescio.

1.Solaio
2.Massetto pendenza
3.Guaina  4+4 con funzione di barriera al vapore- valuterei eventualmente la sostituzione della guaina con prodotti tipo mapelastic - kerakoll monocomponente etc,  per il semplice fatto che in corrispondenza dei sormonti di guaina  la posa del pannello isolante è più problematica
4.Isolante- Polistirene estruso espanso tipo Styrodur, Dow, etc - io ho usato styrodur  CS 3035 in spessore di 16 cm
5.Tessuto non tessuto
6.Pavimento galleggiante come zavorra
iMac i7 - AC14

Simenon379

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 315
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #3 il: 19 Luglio 2010, 18:01 »
Grazie della delucidazione...massimo molto interessante il yuo pacchetto
Ma secondo voi le lastre in Eps vanno incollate?? o posate a secco??
...ognuno è l'architetto di se stesso!

massimo

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.999
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #4 il: 19 Luglio 2010, 19:16 »
Grazie della delucidazione...massimo molto interessante il yuo pacchetto
Ma secondo voi le lastre in Eps vanno incollate?? o posate a secco??

si posano a secco....se ad esempio devi fare un 12 cm, meglio lastre da 6+6 cm posate a giunti sfalsati...oppure ci sono quelle ad incastro...ossia col bordo battentato (giunto maschio e femmina ...chissà il perchè si chiama così... :whistling: :drool: :drool:)
max

in alcune situazioni estreme la legge è inadeguata.Per porre rimedio alla sua inadeguatezza è necessario agire al di fuori della legge,per ottenere la giustizia naturale.Questa non è una vendetta:la vendetta non è un motivo valido,è una risposta emotiva.No,non vendetta..Punizione!the punisher

Simenon379

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 315
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #5 il: 20 Luglio 2010, 09:43 »
ok....perfetto...grazie
...ognuno è l'architetto di se stesso!

arhinicos

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 31
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #6 il: 20 Luglio 2010, 23:16 »
Non capisco perché vuoi aggiungere un massetto sopra l'esistente guaina bituminosa. Le pendenze attuali non sono sufficienti?

In più, vorrei suggerirti un'altra soluzione. Ci sono delle lastre, con una finitura che assomiglia al marmo, con incollato, nella loro parte inferiore, del polistirolo espanso. Le lastre sono di piccole dimensioni, vanno incastrate tra di loro e vengono direttamente appoggiate sulla guaina bituminosa. Il loro difetto credo che sia lo spessore ridotto del polistirolo. Se mi ricordo bene è di soli tre cm, ma per ovviare a questo problema puoi aggiungere un'altro strato di polistirolo espanso sotto le lastre.
I vantaggi sono vari: non c'è bisogno di mano d'opera specializzata, il costo contenuto, la possibilità di rimuovere le lastre e rimetterle a posto in caso di problemi e più di tutto il minor aumento dei carichi permanenti.
Se ti interessa posso cercare il produttore di queste lastre.

Comunque, la soluzione che proponi tu funziona molto bene. L'unica cosa che non mi piace è l'aumento dei carichi permanenti.

lucio vero

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 10.765
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #7 il: 21 Luglio 2010, 10:50 »
... ciao arhinicos ... a me interessano le lastre ... se hai tempo posta pure il link.  ;-)
Luciano Cuntreri - Geometra
Longum iter est per praecepta, breve et efficax per exempla
... I MIEI LAVORI ... to explain my and your projects ...

lucky67rg@NOSPAMgmail.com

Simenon379

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 315
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #8 il: 21 Luglio 2010, 11:34 »
@ARCHINICOS:
Debbo fare un massetto delle pendenze perchè attualmente ho un semplice solaio rivestito di guaina bituminosa, insomma ho la necessità di convogliare l'acqua verso le pilette di scarico.

M'interessa questo nuovo materiale che proponi...posta pure!

Per quanto riguarda i carichi permanenti...ritieni che siano eccessivi e non sopportabili da un semplice solaio??? Mi metti una pulce nell'orecchio...
...ognuno è l'architetto di se stesso!

WF_ARCH

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 2.247
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #9 il: 21 Luglio 2010, 12:17 »

Per quanto riguarda i carichi permanenti...ritieni che siano eccessivi e non sopportabili da un semplice solaio??? Mi metti una pulce nell'orecchio...

di questo solaio non conosci nulla?

non dico l'ingegnere che lo calcolò ... nemmeno la relazione di calcolo ... ma nemmeno chi l'ha costruito ... insomma una semplice sezione ... se è in latero cemento (pignatte + travetti + cappa collaborante) o predalle (lastre + cappa collaborante) ... spessori ... tutto ciò aiuterebbe molto a capire ... poi per il problema dei pesi ... realizzando le pendenze con materiale alleggerito tipo LecaCEM Mini (spessore medio 7/8cm x 600kg/mc = 42kg/mq) impermeabilizzando con doppia guaina armata 4 + 4 (4kg/mq x 2 = 8kg/mq) isolando con lastre battentate di poliuretano espanso ad alta densità (spessore 6 + 6cm x peso max 45kg/mc =5,4kg/mq), trascurando il peso del tessuto non tessuto, considerando un peso per la pavimentazione zavorrata in quadrotti di cemento con finitura al quarzo di spessore 3cm = 70kg/mq ... siamo sui 125 kg/mq di carichi permanenti uniformemente distribuiti ... che non dovrebbero rappresentare un grosso problema, se l'edificio è costruito comesi deve.

facci sapere.

bye by WF

arhinicos

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 31
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #10 il: 21 Luglio 2010, 18:15 »
Purtroppo ho scoperto che le lastre di cui parlavo, sono un prodotto greco e non sono riuscito a trovare nessun informazione in italiano e nemmeno in un altra lingua, tranne il greco. Comunque, questo prodotto si chiama Polytile della Rapan Hellas.

Per quanto riguarda i carichi, in effetti non dovrebbero essere eccessivi, ma io spesso mi preoccupo, più del dovuto, quando devo aggiungere carichi nuovi in una struttura esistente, di cui spesso non si conosce la composizione. Tieni in considerazione il fatto che aggiungere carichi nella parte alta di una struttura vuol dire aumentare l'entità delle azioni sismiche sulla struttura.

Ti ripeto, che io spesso mi preoccupo più del dovuto, visto che non sono ingegnere ma architetto.

lucio vero

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 10.765
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #11 il: 21 Luglio 2010, 19:54 »
... "Il composito piastrelle termiche Polytile costituito da uno strato di schiuma isolante in polistirene estruso dello spessore di 50 mm (conosciuta in SL Roofmate Dow) e rivestita con speciale protezione cast off gesso spessore 20 mm. Plakidiou Dimensioni: 300 mm x 600 mm. piastra Peso ~ 8,5 kg. I quattro lati della piastra si stanno formando "rabote" (maschio-femmina) per il montaggio perfetto e stabilità, e la pervietà bene del tetto. La facilità e la rapidità di posizionamento Polytile, basso costo, di piccole peso, ma anche il riutilizzo di aggiungere o ampliare l'edificio, rendendolo ideale per tetti lastricati carico minimo, ma per tutte le applicazioni simili. VANTAGGI: * Ridurre le perdite di energia fino al 90%. * Protezione termica degli edifici. * Protezione da impermeabilizzazione dei tetti di invecchiamento e lo stress da calore (invertita sistema di isolamento). * Facilità e velocità di installazione. * Il peso leggero (45kg/m2) - adatto per tetti marciapiedi carico minimo. riutilizzabilità * in aggiunta o ampliare l'edificio." ...   



... peccato non esiste nessun importatore o nessuna roba simile in italia .... magari al nord non servono molto ... ma vi assicuro che in sicilia, specie nelle zone costiere o nelle isole ... potrebbero essere interessanti.  :D
Luciano Cuntreri - Geometra
Longum iter est per praecepta, breve et efficax per exempla
... I MIEI LAVORI ... to explain my and your projects ...

lucky67rg@NOSPAMgmail.com

Simenon379

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 315
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #12 il: 22 Luglio 2010, 12:39 »
il solaio dovrebbe essere di Tipo SAP...non so' se qualcuno conosce questa tipologia, comunque strutturalmente è circa 25cm costruito a fine anni 60 con pignatte in laterizio e calcestruzzo armato.
CONFORTATEMI...

...ognuno è l'architetto di se stesso!

arhinicos

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 31
Re: Copertura piana isolata praticabile
« Risposta #13 il: 26 Luglio 2010, 19:53 »
Non volevo farti preoccupare così tanto. Quello che volevo dire era che, in caso di più possibilità è meglio scegliere la più leggera. Il SAP da 25cm mi sembra abbastanza buono  però e meglio sentire il parere di un' ingegnere edile e considerare il deterioramento dei materiali specialmente se ci sono state delle infiltrazioni d'acqua.