HOME OGGETTI 3D LIBRI CORSI TUTORIAL FORUM SHOP CONTATTI   LOGIN









Autore Topic: L.13/89 e L.R.6/89  (Letto 3258 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Lisox

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 304
L.13/89 e L.R.6/89
« il: 26 Giugno 2015, 23:29 »
Nuovo progetto per una piccola palazzina di 6 appartamenti.. in Lombardia dove l'abbattimento delle barriere architettoniche regolato oltre che dalla Legge Nazionale anche da quella Regionale..
Confusione totale  :what:
Che larghezza deve avere la porta principale che dal cortile immette al vano scala?
Che larghezza invece devono avere le porte di ingresso che dai pianerottoli immettono ai singoli appartamenti?
Grazie e Ciao!

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.291
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #1 il: 27 Giugno 2015, 16:16 »
Forse dovresti darti una letta al regolamento di attuazione della L.13/89......
Antonello B.

Archicad 26 :: Artlantis 2021 :: MacOS Monterey :: Windows 11 arm su Parallel 17

Lisox

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 304
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #2 il: 29 Giugno 2015, 08:40 »
Naturalmente.. ma cercavo un confronto con altri professionisti visto che ci sono contraddizioni tra le due leggi..

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.291
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #3 il: 30 Giugno 2015, 07:56 »
Tra leggi non potrebbero esserci contraddizioni.....la legge regionale potrebbe essere pi restrittiva di quella nazionale non viceversa.......


Non operando in Lombardia non conosco la legge regionale.....


L'unico dato di partenza la larghezza minima delle porte che deve essere sufficiente per far passare una carrozzina.....


Per quanto riguarda il DPR 236/89 all'art. 8.1.1 cita:

Porte.

La luce netta della porta di accesso di ogni edificio e di ogni unit immobiliare deve essere di almeno 80 cm. La luce netta delle altre porte deve essere di almeno 75 cm. Gli spazi antistanti e retrostanti la porta devono essere dimensionati nel rispetto dei minimi previsti negli schemi grafici di seguito riportati. L'altezza delle maniglie deve essere compresa tra 85 e 95 cm (consigliata 90 cm).
Devono inoltre essere preferite soluzioni per le quali le singole ante delle porte non abbiano larghezza superiore ai 120 cm, e gli eventuali vetri siano collocati ad una altezza di almeno 40 cm dal piano del pavimento. L'anta mobile deve poter essere usata esercitando una pressione non superiore a 8 kg.
Antonello B.

Archicad 26 :: Artlantis 2021 :: MacOS Monterey :: Windows 11 arm su Parallel 17

Rot

  • TUTOR
    ...se hai un problema perch non ti ho ancora risposto
  • *
  • Post: 3.216
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #4 il: 30 Giugno 2015, 17:30 »
A memoria l'accesso all'appartamento deve essere almeno 90 cm e internamente almeno un bagno da 80cm e il secondo anche 70 cm
Provare, provare e ancora PROVARE
www.2mgproject.com

Lisox

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 304
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #5 il: 30 Giugno 2015, 21:39 »
Grazie, in effetti la Legge Regionale in questo caso pi restrittiva ed impone 90 per l'ingresso alle unit abitative (ergo sia sul cortile che sui pianerottoli)... Tuttavia sempre la L.R. dispone che fino a 4 alloggi non si applica e quindi si deve guardare la Legge Nazionale che prevede per gli ingressi 80cm. Qualcuno dice che sotto i 4 alloggi non trovando applicazione la Regionale non si deve guardare nemmeno la Nazionale  :wondering:
Comunque nel mio caso avendo 6 alloggi devo vedere la L.R.

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.291
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #6 il: 01 Luglio 2015, 07:45 »

... Tuttavia sempre la L.R. dispone che fino a 4 alloggi non si applica e quindi si deve guardare la Legge Nazionale che prevede per gli ingressi 80cm. Qualcuno dice che sotto i 4 alloggi non trovando applicazione la Regionale non si deve guardare nemmeno la Nazionale  :wondering:


Quando ci sono spazi comuni la norma nazionale vale sempre.....
Antonello B.

Archicad 26 :: Artlantis 2021 :: MacOS Monterey :: Windows 11 arm su Parallel 17

WF_ARCH

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 2.247
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #7 il: 01 Luglio 2015, 09:57 »
in caso di normative locali queste non sostituiscono ma integrano la norma nazionale

la norma locale normalmente dovrebbe recepire e integrare la norma nazionale, questo per evitare la doppia lettura

in pratica leggendo la norma regionale, implicitamente leggi anche la norma nazionale, eventualmente corretta in senso restrittivo. se il progetto risponde alle prescrizioni normative regionali, automaticamente assolve anche al prescritto a livello nazionale (per la normativa in Veneto almeno cos).

ove la normativa locale sia carente, vale sempre la norma nazionale.

la legge regionale infine dovrebbe essere completata da degli allegati che ne costituiscono l'estensione tecnico applicativa dove di fatto vengono fornite le specifiche per mettere a norma un progetto.

bye by WF

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.291
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #8 il: 01 Luglio 2015, 15:49 »
la norma locale normalmente dovrebbe recepire e integrare la norma nazionale, questo per evitare la doppia lettura

in pratica leggendo la norma regionale, implicitamente leggi anche la norma nazionale, eventualmente corretta in senso restrittivo. se il progetto risponde alle prescrizioni normative regionali, automaticamente assolve anche al prescritto a livello nazionale (per la normativa in Veneto almeno cos).



purtroppo siamo in Italia.....e quasi sempre c' quel dovrebbe......
Antonello B.

Archicad 26 :: Artlantis 2021 :: MacOS Monterey :: Windows 11 arm su Parallel 17

Rot

  • TUTOR
    ...se hai un problema perch non ti ho ancora risposto
  • *
  • Post: 3.216
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #9 il: 01 Luglio 2015, 17:31 »
Non per farmi gli affaracci tuoi, ma adesso, fare una porta da 90 o 80 di ingresso che cambia in termini di costi? Io a prescindere farei quella da 90 almeno se devo passare con uno scatolone grosso non ho problemi...
Provare, provare e ancora PROVARE
www.2mgproject.com

Lisox

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 304
Re:L.13/89 e L.R.6/89
« Risposta #10 il: 02 Luglio 2015, 09:14 »
Non per farmi gli affaracci tuoi, ma adesso, fare una porta da 90 o 80 di ingresso che cambia in termini di costi? Io a prescindere farei quella da 90 almeno se devo passare con uno scatolone grosso non ho problemi...
Condivido.. ma sono degli alloggi minimi.. e i centimetri vanno misurati per bene

Comunque ho approfondito bene ed ho trovato altre conferme in questo senso:
Sappiamo tutti che nella Legge Nazionale si parla di LUCE NETTA (80 per le porte di ingresso e 75 per quelle interne)
Sappiamo anche che la Legge Regionale invece parla genericamente di LARGHEZZA (e qui i pi esperti dicono che il riferimento alla luce architettonica e non a quella netta) pertanto sostengono che naturale che vi sia uno scostamento tra le due.

E' un po' come succede in genere nella luce architettonica dei serramenti esterni che diversa dalla luce di passaggio.

Pertanto
Un passaggio con luce architettonica di 90 con all'interno una porta che ha una luce netta di passaggio pari ad 80 risponde sia alla regionale che alla nazionale
Un passaggio con luce architettonica di 80 con all'interno una porta che ha una luce netta di passaggio pari a 75 risponde sia alla regionale che alla nazionale

Infine ho visto che nel veneto hanno approvato una legge nel 2010 volta all'eliminazione delle barriere architettoniche dove si fa notare che un battente da 90 peggio di una porta da 80 (approccio prestazionale)