HOME OGGETTI 3D LIBRI CORSI TUTORIAL FORUM SHOP CONTATTI   LOGIN









Autore Topic: IFC: cos'è, come funziona e perché non c'è perdita di dati  (Letto 834 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Robs

  • ADMIN
    ...ho creato questo spazio e lo amo
  • *
  • Post: 11.611
Io e Mario abbiamo predisposto un articolo che serve da esemplificazione su cosa sia il formato IFC, perché non si può parlare di perdita di dati, perché sia interoperabile e sopratutto si dimostra come le quantità dei materiali da costruzione, calcolate in modo corretto e preciso in ArchiCAD, vengono trasmesse in modo esatto anche all'IFC


L'occasione è utile anche per uno scambio di opinioni sul tema, per chi ne ha voglia.


https://www.ArchiRADAR.it/it/libri/tutorial-ArchiCAD-artlantis/11-tutorials/ArchiCAD/287-il-formato-ifc-bim-ArchiCAD-solibri.html


Robs

Trainer Certificato ArchiCAD 21
Certificatore BIM per ICMQ
Twinmotion 2019 Betatester
Artlantis Betatester
ArchiCAD 22 :: Artlantis 2019 :: C4D 16

massimo_

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 297
Re:IFC: cos'è, come funziona e perché non c'è perdita di dati
« Risposta #1 il: 29 Luglio 2019, 13:21 »
Buongiorno Roberta,
Mi collego al topic, poiché volevo scambiare delle idee in merito all’argomento.

Premetto che mi sono letto l’articolo linkato che un po’ mi ha chiarito alcuni aspetti.

In studio abbiamo il contatto con un tecnico esterno e ci stiamo confrontando sulla questione BIM e interoperabilità.
Premetto che questo tecnico utilizza Revit (non credo ci siano problemi a scriverlo).

Secondo l’opinione di tale tecnico, il formato IFC consente di aprire il modello di disegno e visualizzarne i dati ma NON consente di intervenire su di esso per editarlo.

A me risulta che il modello rimanga editabile, ma volevo un vostro parere in merito.
Ho letto i vari topic sul forum in cui si parla di interoperabilità e Revit, il quale ho inteso essere un software molto poco “collaborativo” con l’esterno..