HOME OGGETTI 3D LIBRI CORSI TUTORIAL FORUM SHOP CONTATTI   LOGIN









Autore Topic: mesh e terreno-piccolo sfogo  (Letto 912 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Arkifabio

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 151
mesh e terreno-piccolo sfogo
« il: 04 Marzo 2020, 11:21 »
Ma è mai possibile che, arrivati alla R23, lo strumento mesh sia ancora esattamente identico a quello dello della R5?
Va bene che è un BIM architettonico e che il contesto  deve essere riprodotto  con altre tecniche/software, ma visto che non stiamo ancora progettando stazioni spaziali orbitanti nel vuoto, un tool che permetta un minimo di flessibilità nella modellazione del cortile degli edifici sarebbe il minimo per un software professionale.
Scusate lo sfogo, ma sono due giorni che PERDO TEMPO a causa di uno dei limiti maggiori del software, problematica a cui sembra che ai signori di Graphisoft importi nulla...

borgo1971

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 580
Re:mesh e terreno-piccolo sfogo
« Risposta #1 il: 05 Marzo 2020, 09:59 »
Ma è mai possibile che, arrivati alla R23, lo strumento mesh sia ancora esattamente identico a quello dello della R5?
Sicuro? Io mi ricordo che in un primo periodo (da quando uso ArchiCAD) si usavano le falde e i solai per modellare i terreni. La Mesh è stata una grande innovazione... a naso la attribuirei ad Archcad 6, ma potrei sbagliarmi. In un primo momento avrei detto 7, ma poi pensandoci mi pare che abbiamo usato a lungo il 6.5 perché al 7 su Mac mancava il supporto a QuickDraw 3D, e probabilmente le Mesh c'erano già...
Citazione
Va bene che è un BIM architettonico e che il contesto  deve essere riprodotto  con altre tecniche/software, ma visto che non stiamo ancora progettando stazioni spaziali orbitanti nel vuoto, un tool che permetta un minimo di flessibilità nella modellazione del cortile degli edifici sarebbe il minimo per un software professionale.
Scusate lo sfogo, ma sono due giorni che PERDO TEMPO a causa di uno dei limiti maggiori del software, problematica a cui sembra che ai signori di Graphisoft importi nulla...
Ma oltre lo sfogo, perché non ci spieghi meglio il problema? Non si può superare usando forma o le operazioni booleane (io di solito risolvo molto con queste).
since ArchiCAD 4 now 23 on
MacPro 5,1 6x3,33GHz 24GB ram
MBP 8,2 4x2.2GHz 16GB ram

powerd by macOS 10.14.6

Arkifabio

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 151
Re:mesh e terreno-piccolo sfogo
« Risposta #2 il: 05 Marzo 2020, 16:14 »
Forse hai ragione, mi sa che sono state introdotte dalla 6...
Il problema? che la mesh  è uno strumento quasi inutile, per   abbozzare strade o sentierini sei costretto a flussi di lavoro ridicoli, ci vuole tanto a mettere due o 3 strumenti tipo Architerra, che permettano di tracciare strade, scarpate, e gradoni?Mica fare dei progetti stradali o di sistemazione di terreno a grande scala, giusto il cortile che poi tanto il modello lo  importo in Lumion dove il contesto lo realizzo con il drone.
E non mi venite a parlare dell'oggetto dei goodies, ho bisogno di uno strumento di progetto, non di qualcosa che va bene si e no per creare una piattaforma.
Per non parlare delle curve di livello...un minimo di piano quotato lo devi dare in comune, a con AC è un incubo.
Va bene concentrarsi sul BIM ed altre amenità, ma se mi facessero fare i muri inclinati e le strade  senza dover ricorrere alle booleane sarei molto più felice...e produttivo

henryL

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 4
Re:mesh e terreno-piccolo sfogo
« Risposta #3 il: 10 Marzo 2020, 09:57 »
Sfogo più che comprensibile, lo strumento mesh è indecente per creare planimetrie, per non parlare poi che non è minimamente compatibile con i filtri ristrutturazione. Per fare una comparativa di uno scavo con successivo riporto devi fare combinazioni assurde di lucidi.

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.488
Re:mesh e terreno-piccolo sfogo
« Risposta #4 il: 10 Marzo 2020, 10:41 »
...o utilizzare qualche plugin esterno....
Antonello B.

ArchiCAD 24 :: Artlantis 7 :: macOS Big Sur :: Windows 10 su VmWare Fusion 12

borgo1971

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 580
Re:mesh e terreno-piccolo sfogo
« Risposta #5 il: 10 Marzo 2020, 11:26 »

ma se mi facessero fare i muri inclinati e le strade  senza dover ricorrere alle booleane sarei molto più felice...e produttivo
Anche se concordo che lo strumento potrebbe essere migliorato, ti chiedo se hai provato ad usare travi abbinate a profili complessi?
Allego alcune immagini di modelli fatti in ArchiCAD a partire dal 2009, renderizzati in parte da un collega che non ricordo cosa usasse ed in parte con Artlantis. La seconda immagine è del 2012, ma il modello di base è sempre quello.
Adesso con le travi di AC23 penso sia più facile... peccato che non abbia più lavori di quel genere.
since ArchiCAD 4 now 23 on
MacPro 5,1 6x3,33GHz 24GB ram
MBP 8,2 4x2.2GHz 16GB ram

powerd by macOS 10.14.6

henryL

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 4
Re:mesh e terreno-piccolo sfogo
« Risposta #6 il: 10 Marzo 2020, 12:49 »
...o utilizzare qualche plugin esterno....
Contare sui plugin esterni non è percorribile, vengono rilasciati a discrezione anche molto dopo l'uscita dell'ultima release.

Allego alcune immagini di modelli fatti in ArchiCAD a partire dal 2009, renderizzati in parte da un collega che non ricordo cosa usasse ed in parte con Artlantis. La seconda immagine è del 2012, ma il modello di base è sempre quello.
Adesso con le travi di AC23 penso sia più facile... peccato che non abbia più lavori di quel genere.

Per modellare in 3D in qualche modo si riesce a modellare per carità però le strade a mio avviso hanno tutto un loro sistema di rappresentazione in pianta. Lo strumento ad oggi più adatto per modellare una strada in 3D sarebbe lo strumento parapetto con profilo complesso però in pianta risulta appunto ingestibile.