HOME OGGETTI 3D LIBRI CORSI TUTORIAL FORUM SHOP CONTATTI   LOGIN









Autore Topic: Problema parcheggio zona di espansione  (Letto 6260 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Problema parcheggio zona di espansione
« il: 30 Settembre 2008, 16:31 »
Salve ragazzi, spero qualcuno sappia indicarmi una via... sto facendo un pdl per una zona B4. Intorno a questo lotto di circa 5000 mq, il prg indica dei parcheggi pubblici per una superficie di circa 2500 mq. A me sinceramente pare un po' eccessiva come cosa, visto che il proprietario è unico. Inoltre l'accesso alla mia area è possibile solo lasciando dei passaggi sul parcheggio pubblico.
Se per questa zona io devo lasciare circa 400 mq di parchggi, 5 volte di più non è davvero troppo? io vorrei potermi allargare sul parchggio di destra di almeno 5 metri in modo da fare dei giardini.
Grazie a tutti
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

maurop

  • ATL6 BETATESTER
  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 3.079
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #1 il: 30 Settembre 2008, 16:37 »
Salve ragazzi, spero qualcuno sappia indicarmi una via... sto facendo un pdl per una zona B4. Intorno a questo lotto di circa 5000 mq, il prg indica dei parcheggi pubblici per una superficie di circa 2500 mq.

ma il perimetro del TUO ambito di intervento coinvolge anche i 2500 mq di parcheggio???
La posizione del Parcheggio è VINCOLATA dal PRG??
non è che tu devi realizzare un aparte di quei parcheggi in proporzione alla tua superficie??

A me sinceramente pare un po' eccessiva come cosa, visto che il proprietario è unico. Inoltre l'accesso alla mia area è possibile solo lasciando dei passaggi sul parcheggio pubblico.
Se per questa zona io devo lasciare circa 400 mq di parchggi, 5 volte di più non è davvero troppo? io vorrei potermi allargare sul parchggio di destra di almeno 5 metri in modo da fare dei giardini.
Grazie a tutti

la possibilità che tu possa rivedere il disegno di base può essere na delle possibilità...di solito il repertorio normativo delle varie ZTO del PRG dice se il disegno è vincolante o meno.....conviene prenotare un incontro col tecnico comunale......cia più breve per risolvere tutti i punti irrisolti e i tuoi dubbi....

buon lavoro

BLOG        Follow mauroparolo on Twitter

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #2 il: 30 Settembre 2008, 16:44 »
Ciao mauro...allora ti faccio vedere: dal prg vedi la zona in grigetto è la mia area di intervento. E' tutta di mia proprietà, quindi tutti i parchggi li tolgono a me, e sono di sivcuro in esubero rispetto alla richiesta....
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #3 il: 30 Settembre 2008, 16:51 »
Mauro, guarda mi viene da ridere....per non piangere. Purtroppo nel mio paese il tecnico comunale era il mio papà che è venuto a mancare a gennaio. Non per farmi grande, ma dopo 35 anni e molta professionalità sapeva ben gestire queste situazioni. L'attuale tecnico purtroppo non sa granchè, anzi, ma perchè lavora in cumune da circa 3 anni... e io vado a tentoni, cercando quante più informazioni possibili. Inoltre in un paesino di 7000 abitanti un tecnico comunale deve conoscere di tutto di più perchè è il solo e l'unico ad occuparsi di ogni problematica. Ti dirò di più. L'amministrazione è ben lungi dall'essere a conoscenza di questioni tecniche (pensa che l'assessore all'urbanistica è un medico)...
Torniamo a noi: Il perimetro del mio ambito di intervento è interno alla zona parcheggio (è tutta l'area in grigio non campita).
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

Robs

  • ADMIN
    ...ho creato questo spazio e lo amo
  • *
  • Post: 11.643
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #4 il: 30 Settembre 2008, 17:28 »
Se è previsto dal PRG approvato, a cui nessuno si è opposto nel momento della sua pubblicazione, non ci si fa niente.  Puoi preparare una osservazione al PRG e fissare un appuntamento in comune con l'incaricato e provare a far valere le tue ragioni. Se però chi ha fatto il PRG aveva previsto di concentrare in quella zona i servizi che non stavano in altre zone non ci puoi far davvero niente ... al massimo puoi detrarre gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria da dare al comune ...  8)

ciao
Robs



Trainer Certificato ArchiCAD 21
Certificatore BIM per ICMQ
Twinmotion 2019 Betatester
Artlantis Betatester
ArchiCAD 23 :: Artlantis 2020 :: C4D 16

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #5 il: 30 Settembre 2008, 17:34 »
Grazie Robs... mi tocca ciucciarmelo! :)
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

maurop

  • ATL6 BETATESTER
  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 3.079
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #6 il: 30 Settembre 2008, 17:41 »
ERNESTA....per chiarezza

ritengo, ma è un mio parere espresso senza conoscere bene i documenti, che se il PRG prevede che chi interviene sull'area in grigio pieno debbe realizzare anche i parcheggi, si devono fare. In caso contrario tu ti limiterai a intervenire sulla tua area, ricavando i parcheggi che la normativa prevede in base alle funzioni che andrai a inserire.

il comune potrebbe chiederti di realizzare tu i parcheggi, magari a scomputo degli oneri di urbanizzazione, ma se il PRG non ti obbliga a farli, potra essere questo argomento di discussione e/o di contrattazione con la pubblica amministrazione.

io ancora non ho capito na cosa......i parcheggi sono all'interno dell'area di tua proprietà??.....sono legati in qualche modo alla tua area?? o è solo una previsione di PRG?

un ultimo consiglio: se il tecnico non ti aiuta, chiedi un appuntamento al tecnico estensore del piano regolatore...chiedi a lui...spero sia persona corretta e cortese e ti aiuti.

ciao

BLOG        Follow mauroparolo on Twitter

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #7 il: 30 Settembre 2008, 17:49 »
Mauro, grazie per l'interessamento. Allora cerco di spiegarmi meglio: ill mio terreno (oliveto divenuto terreno edificabile), si estende benoltre la zona in grigio e la zona campita. In questo modo le aree per i parcheggi intorno alla mia lottizzazione dovrebbero espropriarmele per realizzare appunto i parcheggi. Credo che fisserò un appuntamento col progettista che ha reatto il prg...è una situazione non bella a dire il vero... grazie mille mauro
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

Rot

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 3.216
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #8 il: 30 Settembre 2008, 18:11 »
Butto lì una considerazione sul mio vissuto...Anche da voi si sta procedendo con la realizzazione dei PGT che sopprimono i PRG?? In tal caso informati su come gestire le tue proprietà proponendo soluzioni vantaggiose per te e il Comune.
Con essi si va ad aprire una trattativa diretta col comune per ogni intervento edilizio.
In effetti la cosa è leggermente più ampia e complessa...ma non so se è una "novità" legata alla legge 12 della Lombardia o al 380 nazionale da cui la Legge 12 nasce.

Provare, provare e ancora PROVARE
www.2mgproject.com

massimo

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.999
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #9 il: 30 Settembre 2008, 20:42 »
ciao Ernesta ...quoto quanto detto da mauro e manuel... mi sa tanto di un obbligo dettato dal piamo regolatore vigente... ma più che un P.L. lo vedo  come un piano P.R.U. (piano di recupero)... se fosse un semplice piano di lottizzazione...basta che ricavi i parcheggi in base alla tua L.R. e sei a posto...invece se come penso è un P.R.U.... allora le cose cambiano...l'amministrazione  potrebbe stabilire , in base alla qualità degli standars e alla loro dislocazione e quantità...che in tal posto vadano fatti un tot di parcheggi. A queto punto si apre la trattazione con il comune, in quanto mica puoi fare il buon samaritano...dispensando parcheggi a tutti!!! tornando a quanto detto dali altri amici... devo fare una piccola precisazione... dolente...!!!
oramai è stato firmato il terzo correttivo al D.LGS 163/2006 e si attende solo la sua pubblicazione....pertanto le opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri non si possono più fare a carico del privato...ma il privato paga l'opera per intero che verrà fatta dall'amministrazione (con tanto di progettazione, bando, direzione lavori)... morale...se prima i privati potevano dichiarare di fare opere di urbanizzazione per 100 e invece riuscivano a farle con 50 per esempio, oggi devono pagare i 100 all'amministrazione la quale li utilizza in toto
max

in alcune situazioni estreme la legge è inadeguata.Per porre rimedio alla sua inadeguatezza è necessario agire al di fuori della legge,per ottenere la giustizia naturale.Questa non è una vendetta:la vendetta non è un motivo valido,è una risposta emotiva.No,non vendetta..Punizione!the punisher

maurop

  • ATL6 BETATESTER
  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 3.079
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #10 il: 01 Ottobre 2008, 10:59 »
a me risulta, ma potrei sbagliarmi, che negli interventi di urbanizzazione si applichi il d.lgs 163/2006 solo in fase finale di collaudo. riporto in merito l'art. 32

 Art. 32. Amministrazioni aggiudicatrici e altri soggetti aggiudicatori
(artt. 1 e 8, dir. 2004/18; art. 2, legge n. 109/1994; art. 1, d.lgs. n. 358/1992; artt. 2 e 3, co. 5, d.lgs. n. 157/1995)

1. Salvo quanto dispongono il comma 2 e il comma 3, le norme del presente titolo, nonché quelle della parte I, IV e V, si applicano in relazione ai seguenti contratti, di importo pari o superiore alle soglie di cui all'articolo 28:

    a) lavori, servizi, forniture, affidati dalle amministrazioni aggiudicatrici;
    b) appalti di lavori pubblici affidati dai concessionari di lavori pubblici che non sono amministrazioni aggiudicatrici, nei limiti stabiliti dall'articolo 142;
    c) lavori, servizi, forniture affidati dalle società con capitale pubblico, anche non maggioritario, che non sono organismi di diritto pubblico, che hanno ad oggetto della loro attività la realizzazione di lavori o opere, ovvero la produzione di beni o servizi, non destinati ad essere collocati sul mercato in regime di libera concorrenza, ivi comprese le società di cui agli articoli 113, 113-bis, 115 e 116 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali;
    (lettera da coordinare con l'articolo 13 della legge n. 248 del 2006 - n.d.r.)
    d) lavori, affidati da soggetti privati, di cui all'allegato I, nonché lavori di edilizia relativi ad ospedali, impianti sportivi, ricreativi e per il tempo libero, edifici scolastici e universitari, edifici destinati a funzioni pubbliche amministrative, di importo superiore a un milione di euro, per la cui realizzazione sia previsto, da parte dei soggetti di cui alla lettera a), un contributo diretto e specifico, in conto interessi o in conto capitale che, attualizzato, superi il 50 per cento dell'importo dei lavori;
    e) appalti di servizi, affidati da soggetti privati, relativamente ai servizi il cui valore stimato, al netto dell'i.v.a., sia pari o superiore a 206.000 euro, allorché tali appalti sono connessi ad un appalto di lavori di cui alla lettera d) del presente comma, e per i quali sia previsto, da parte dei soggetti di cui alla lettera a), un contributo diretto e specifico, in conto interessi o in conto capitale che, attualizzato, superi il 50 per cento dell'importo dei servizi;
    f) lavori pubblici affidati dai concessionari di servizi, quando essi sono strettamente strumentali alla gestione del servizio e le opere pubbliche diventano di proprietà dell'amministrazione aggiudicatrice;
    g) lavori pubblici da realizzarsi da parte dei soggetti privati, titolari di permesso di costruire, che assumono in via diretta l'esecuzione delle opere di urbanizzazione a scomputo totale o parziale del contributo previsto per il rilascio del permesso, ai sensi dell'articolo 16, comma 2, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e dell'articolo 28, comma 5 della legge 17 agosto 1942, n. 1150. L'amministrazione che rilascia il permesso di costruire può prevedere che, in relazione alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, il titolare del permesso di costruire assuma la veste di promotore, presentando all'amministrazione medesima, entro novanta giorni dal rilascio del permesso di costruire, la progettazione preliminare delle opere. All'esito della gara bandita ed effettuata dall'amministrazione che rilascia il permesso di costruire sulla base della progettazione presentata dal promotore, il promotore può esercitare, purché espressamente previsto nel bando di gara, diritto di prelazione nei confronti dell'aggiudicatario, entro quindici giorni dalla aggiudicazione, corrispondendo all'aggiudicatario il 3% del valore dell'appalto aggiudicato. Il promotore deve avere i requisiti di qualificazione previsti dall'articolo 40 in relazione alla tipologia e all'importo delle opere di urbanizzazione;
    (lettera così modificata dall'art. 2, comma 1, lettera f), d.lgs. n. 113 del 2007)
    h) lavori, servizi forniture affidati dagli enti aggiudicatori di cui all'articolo 207, qualora, ai sensi dell'articolo 214, devono trovare applicazione le disposizioni della parte II anziché quelle della parte III del presente codice.

2. Ai soggetti di cui al comma 1, lettere d), e), f), g) non si applicano gli articoli 63; 78, comma 2; 90, comma 6; 92; 128; in relazione alla fase di esecuzione del contratto si applicano solo le norme che disciplinano il collaudo. Ai soggetti di cui al comma 1, lettere c) ed h), non si applicano gli articoli 78, comma 2; 90, comma 6; 92; 128; in relazione alla fase di esecuzione del contratto si applicano solo le norme che disciplinano il collaudo.

ciao...

BLOG        Follow mauroparolo on Twitter

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #11 il: 01 Ottobre 2008, 11:11 »
Dunque ragazzi il punto di vista del problema qui è molto più semplice. Questo prg è nato dal riadattamento di un prg vecchio (20 anni). In pratica per quanto riguarda i parcheggi hanno calcolato quanti ne necessitavano e li hanno buttati un po' in giro (davvero! me lo ha detto il progettista!). Sfortuna volle che sono capitati tutti su di me. Ora il punto è questo: posso rivalere il diritto di non cedere completamente l'area destinata a parcheggio pubblico, ma renderla privata pur non edificando su quella striscia ma allargando i giardini delle singole abitazioni? Per quanto riguarda i parchaggi da assolvere all'interno del mio pdl, il comune non me li ha richiesti poichè è evidente che sono più che sovrabbondanti quelli esterni, ma il problema mio sono proprio questi esterni!
Unica chance che mi viene in mente è aspettare 4 anni (è in vigore da un anno il prg), attendere che il comune non realizzi i parcheggi, decade il vincolo del prg e posso allargare i miei giardini. Ma è un rischio.
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

massimo

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.999
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #12 il: 01 Ottobre 2008, 11:28 »
a me risulta, ma potrei sbagliarmi, che negli interventi di urbanizzazione si applichi il d.lgs 163/2006 solo in fase finale di collaudo. riporto in merito l'art. 32

 Art. 32. Amministrazioni aggiudicatrici e altri soggetti aggiudicatori
(artt. 1 e 8, dir. 2004/18; art. 2, legge n. 109/1994; art. 1, d.lgs. n. 358/1992; artt. 2 e 3, co. 5, d.lgs. n. 157/1995)

1. Salvo quanto dispongono il comma 2 e il comma 3, le norme del presente titolo, nonché quelle della parte I, IV e V, si applicano in relazione ai seguenti contratti, di importo pari o superiore alle soglie di cui all'articolo 28:

    a) lavori, servizi, forniture, affidati dalle amministrazioni aggiudicatrici;
    b) appalti di lavori pubblici affidati dai concessionari di lavori pubblici che non sono amministrazioni aggiudicatrici, nei limiti stabiliti dall'articolo 142;
    c) lavori, servizi, forniture affidati dalle società con capitale pubblico, anche non maggioritario, che non sono organismi di diritto pubblico, che hanno ad oggetto della loro attività la realizzazione di lavori o opere, ovvero la produzione di beni o servizi, non destinati ad essere collocati sul mercato in regime di libera concorrenza, ivi comprese le società di cui agli articoli 113, 113-bis, 115 e 116 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali;
    (lettera da coordinare con l'articolo 13 della legge n. 248 del 2006 - n.d.r.)
    d) lavori, affidati da soggetti privati, di cui all'allegato I, nonché lavori di edilizia relativi ad ospedali, impianti sportivi, ricreativi e per il tempo libero, edifici scolastici e universitari, edifici destinati a funzioni pubbliche amministrative, di importo superiore a un milione di euro, per la cui realizzazione sia previsto, da parte dei soggetti di cui alla lettera a), un contributo diretto e specifico, in conto interessi o in conto capitale che, attualizzato, superi il 50 per cento dell'importo dei lavori;
    e) appalti di servizi, affidati da soggetti privati, relativamente ai servizi il cui valore stimato, al netto dell'i.v.a., sia pari o superiore a 206.000 euro, allorché tali appalti sono connessi ad un appalto di lavori di cui alla lettera d) del presente comma, e per i quali sia previsto, da parte dei soggetti di cui alla lettera a), un contributo diretto e specifico, in conto interessi o in conto capitale che, attualizzato, superi il 50 per cento dell'importo dei servizi;
    f) lavori pubblici affidati dai concessionari di servizi, quando essi sono strettamente strumentali alla gestione del servizio e le opere pubbliche diventano di proprietà dell'amministrazione aggiudicatrice;
    g) lavori pubblici da realizzarsi da parte dei soggetti privati, titolari di permesso di costruire, che assumono in via diretta l'esecuzione delle opere di urbanizzazione a scomputo totale o parziale del contributo previsto per il rilascio del permesso, ai sensi dell'articolo 16, comma 2, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e dell'articolo 28, comma 5 della legge 17 agosto 1942, n. 1150. L'amministrazione che rilascia il permesso di costruire può prevedere che, in relazione alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, il titolare del permesso di costruire assuma la veste di promotore, presentando all'amministrazione medesima, entro novanta giorni dal rilascio del permesso di costruire, la progettazione preliminare delle opere. All'esito della gara bandita ed effettuata dall'amministrazione che rilascia il permesso di costruire sulla base della progettazione presentata dal promotore, il promotore può esercitare, purché espressamente previsto nel bando di gara, diritto di prelazione nei confronti dell'aggiudicatario, entro quindici giorni dalla aggiudicazione, corrispondendo all'aggiudicatario il 3% del valore dell'appalto aggiudicato. Il promotore deve avere i requisiti di qualificazione previsti dall'articolo 40 in relazione alla tipologia e all'importo delle opere di urbanizzazione;
    (lettera così modificata dall'art. 2, comma 1, lettera f), d.lgs. n. 113 del 2007)
    h) lavori, servizi forniture affidati dagli enti aggiudicatori di cui all'articolo 207, qualora, ai sensi dell'articolo 214, devono trovare applicazione le disposizioni della parte II anziché quelle della parte III del presente codice.

2. Ai soggetti di cui al comma 1, lettere d), e), f), g) non si applicano gli articoli 63; 78, comma 2; 90, comma 6; 92; 128; in relazione alla fase di esecuzione del contratto si applicano solo le norme che disciplinano il collaudo. Ai soggetti di cui al comma 1, lettere c) ed h), non si applicano gli articoli 78, comma 2; 90, comma 6; 92; 128; in relazione alla fase di esecuzione del contratto si applicano solo le norme che disciplinano il collaudo.

ciao...


ciao mauro se leggi dopo le prime righe in neretto che hai riporatto c'è quello che dicevo io... e la segretaria comunale del mio comune è appena stata ad un corso a Roma per trattare del terzo correttivo... e pare che le dritte legislative siano quelle che ti ho indicato...ossia che l'amministrazione dove si dice che "può prevedere"...beh meglio leggerlo come deve prevedere... questo è quello che mi è stato riferito... comunque verso fine ottobre sono ad un corso che tratta del terzo correttivo... se ho altre informazioni ve le passo...
max

in alcune situazioni estreme la legge è inadeguata.Per porre rimedio alla sua inadeguatezza è necessario agire al di fuori della legge,per ottenere la giustizia naturale.Questa non è una vendetta:la vendetta non è un motivo valido,è una risposta emotiva.No,non vendetta..Punizione!the punisher

Robs

  • ADMIN
    ...ho creato questo spazio e lo amo
  • *
  • Post: 11.643
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #13 il: 01 Ottobre 2008, 11:41 »
Unica chance che mi viene in mente è aspettare 4 anni (è in vigore da un anno il prg), attendere che il comune non realizzi i parcheggi, decade il vincolo del prg e posso allargare i miei giardini. Ma è un rischio.

Io ho fatto così con un terreno di mio padre, in cui il PRG vecchio prevedeva l'esproprio per la realizzazione di parcheggi e verde pubblico. In 10 anni mai espropriato ... e in fase della nuova stesura del PRG ho presentato la mia osservazione così me lo hanno sbloccato e tra poco ci costruiremo degli appartamenti.
L'avvocato mi disse che avevo diritto a richiedere i danni al comune per tutti questi anni in cui il terreno dovevano espropriarmelo (e quindi io l'ho tenuto fermo) e non l'hanno mai fatto... ma io ho lasciato perdere ...

Robs


Trainer Certificato ArchiCAD 21
Certificatore BIM per ICMQ
Twinmotion 2019 Betatester
Artlantis Betatester
ArchiCAD 23 :: Artlantis 2020 :: C4D 16

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #14 il: 01 Ottobre 2008, 14:41 »
Grazie robs, mi sa che per ora è l'unica strada...devi rischiare, ma ne vale la pena! anche perchè il mio comune non ha nemmeno gli occhi per piangere, figurati soldi per esproprio! :) grazie a tutti ragazi, se poi a qualcuno venisse in mente un escamotage...io sono pronta ad accettare eventuali suggerimenti!
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

massimo

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.999
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #15 il: 01 Ottobre 2008, 18:01 »
l'unico escamotage....  :whistling: è rompere le scatole al sindaco qualche mese prima delle elezioni  :2funny: :2funny: :2funny:  :knuppel: :knuppel: :knuppel: ... otterrai quello che vuoi  :ok:
max

in alcune situazioni estreme la legge è inadeguata.Per porre rimedio alla sua inadeguatezza è necessario agire al di fuori della legge,per ottenere la giustizia naturale.Questa non è una vendetta:la vendetta non è un motivo valido,è una risposta emotiva.No,non vendetta..Punizione!the punisher

WF_ARCH

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 2.247
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #16 il: 01 Ottobre 2008, 18:46 »
... finchè non lo eleggono ... e poi chi s'è visto s'è visto  :wink:

bye by WF

ps: ah ... se non lo eleggono ... è anche peggio  :bigrin:

Ernesta

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 647
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #17 il: 01 Ottobre 2008, 19:34 »
ahahah guarda sono nella bip! ahahha l'attuale sindaco era il diretto rivale di mia madre alle elezioni! :) cmq spero sia una persona ragionevole...oh io ci provo, poi sai mai! :)
http://www.altieriprogettazione3d.it/
Gaudeamus igitur iuvenes dum sumus.
Post iucundam iuventutem
post molestam senectutem
nos habebit humus!

massimo

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.999
Re: Problema parcheggio zona di espansione
« Risposta #18 il: 01 Ottobre 2008, 19:41 »
 :shameonyou: allora se non accetta...ti candidi controooo  :2funny: :2funny: :ok:
max

in alcune situazioni estreme la legge è inadeguata.Per porre rimedio alla sua inadeguatezza è necessario agire al di fuori della legge,per ottenere la giustizia naturale.Questa non è una vendetta:la vendetta non è un motivo valido,è una risposta emotiva.No,non vendetta..Punizione!the punisher