HOME OGGETTI 3D LIBRI CORSI TUTORIAL FORUM SHOP CONTATTI   LOGIN









Autore Topic: Variante e variante finale  (Letto 26776 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Rot

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 3.216
Variante e variante finale
« il: 12 Settembre 2013, 11:47 »
Ciao a tutti vorrei togliermi un dubbio su cui trovo da sempre pareri contrari:


Secondo alcuni la variante finale si presenta come ultima variante a lavori già ultimati prima della fine lavori.


Secondo altri, me compreso, non esistono varianti e varianti finali. sono tutte varianti da presentare teoricamente prima dell'esecuzione dei lavori.


Naturalmente la pratica è diversa dalla teoria per chiari motivi.


Chi ha ragione?


Opero in Lombardia
Provare, provare e ancora PROVARE
www.2mgproject.com

Jonathan

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.626
Re:Variante e variante finale
« Risposta #1 il: 12 Settembre 2013, 12:35 »
Secondo altri, me compreso, non esistono varianti e varianti finali. sono tutte varianti da presentare teoricamente prima dell'esecuzione dei lavori.

Concordo.
ArchiCAD 18 - AutoCAD 2016

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.463
Re:Variante e variante finale
« Risposta #2 il: 12 Settembre 2013, 17:39 »
Le varianti finali finali sono trattate dall'art. 22 comma 2 del DPR 380/2001:


Sono, altresì, realizzabili mediante denuncia di inizio attività le varianti a permessi di costruire che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non modificano la destinazione d'uso e la categoria edilizia, non alterano la sagoma dell'edificio qualora sottoposto a vincolo ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni e non violano le eventuali prescrizioni contenute nel permesso di costruire. Ai fini dell'attività di vigilanza urbanistica ed edilizia, nonché ai fini del rilascio del certificato di agibilità, tali denunce di inizio attività costituiscono parte integrante del procedimento relativo al permesso di costruzione dell'intervento principale e possono essere presentate prima della dichiarazione di ultimazione dei lavori.

e servono proprio per evitare la presentazione di mille varianti in corso d'opera.......
Antonello B.

ArchiCAD 23 :: Artlantis 7 :: macOS Catalina :: Windows 10 su VmWare Fusion 11.5.0

Rot

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 3.216
Re:Variante e variante finale
« Risposta #3 il: 12 Settembre 2013, 19:01 »
Quindi posso farla prima della fine lavori a variazioni fatte materialmente  in cantiere...?

non è chiarissimo per me.... capisco che ci siano le due interpretazioni.
« Ultima modifica: 12 Settembre 2013, 19:03 da Rot »
Provare, provare e ancora PROVARE
www.2mgproject.com

Jonathan

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 1.626
Re:Variante e variante finale
« Risposta #4 il: 12 Settembre 2013, 19:22 »
Antonibon è sempre un riferimento sicuro! :D

Secondo la mia interpretazione queste varianti effettuate tramite Dia equivalgono all'accertamento di conformità...
Infatti: "non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie... non modificano la destinazione d'uso e la categoria edilizia, non alterano la sagoma dell'edificio"

Quindi dovresti poter tranquillamente presentare il documento prima della chiusura dei lavori, ad opere già eseguite.
ArchiCAD 18 - AutoCAD 2016

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.463
Re:Variante e variante finale
« Risposta #5 il: 13 Settembre 2013, 11:45 »
Bisogna prestare molta attenzione:


Le opere di variante devono rientrare tra quelle previste dall'art. 22 comma 2 del DPR 380/2001.


In caso contrario si ricade nei casi previsti dagli artt. dal 31 al 37  del DPR 380/2001 che sono sanzionati caso per caso.........per cui è meglio presentare anticipatamente la variante in corso d'opera.....


Spesso e volentieri i problemi nelle varianti in corso d'opera sono causati dagli uffici tecnici comunali e dalle loro lungaggini nel definirle......a volte anche 8/12 mesi...... e in questi casi cosa fai?......sospendi i lavori e mandi via l'impresa in attesa che il funzionario di turno si decida di chiudere la pratica?.....
« Ultima modifica: 13 Settembre 2013, 11:48 da antonibon »
Antonello B.

ArchiCAD 23 :: Artlantis 7 :: macOS Catalina :: Windows 10 su VmWare Fusion 11.5.0

WF_ARCH

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 2.247
Re:Variante e variante finale
« Risposta #6 il: 18 Settembre 2013, 18:40 »
Bisogna prestare molta attenzione:


Le opere di variante devono rientrare tra quelle previste dall'art. 22 comma 2 del DPR 380/2001.


In caso contrario si ricade nei casi previsti dagli artt. dal 31 al 37  del DPR 380/2001 che sono sanzionati caso per caso.........per cui è meglio presentare anticipatamente la variante in corso d'opera.....


Spesso e volentieri i problemi nelle varianti in corso d'opera sono causati dagli uffici tecnici comunali e dalle loro lungaggini nel definirle......a volte anche 8/12 mesi...... e in questi casi cosa fai?......sospendi i lavori e mandi via l'impresa in attesa che il funzionario di turno si decida di chiudere la pratica?.....

Con questo intervento Antonello ha effettivamente chiarito il passaggio fondamentale ... a consuntivo sono ammissibili tutte le varianti comportanti opere conformi all'art. 22, comma 2, DPR 380/01 ... per il resto rimangono le varianti in corso d'opera che richiedono l'eventuale approvazione (assenso) preventivo allo svolgimento dei lavori ... fatto salvo quanto assentibile con SCIA, in ragione del nuovo decreto fare di recente approvazione ...

bye by WF

Rot

  • User
    ...frequento e metto a disposizione le mie conoscenze
  • *
  • Post: 3.216
Re:Variante e variante finale
« Risposta #7 il: 19 Settembre 2013, 08:56 »
Chiarissimi grazie. Mi avete chiarito le idee.
Provare, provare e ancora PROVARE
www.2mgproject.com

Lisox

  • Junior
    ...frequento ed imparo in fretta
  • *
  • Post: 306
Re:Variante e variante finale
« Risposta #8 il: 19 Settembre 2013, 11:16 »
Anche a me (Lombardia) è capitato di fare una dia per regolarizzare opere già ultimate relative ad un permesso di costruire. Tali varianti rientravano tra quelle ammissibili dall'art.22 T.U.E. Inoltre anche se ero in vincolo ambientale visto che non modificavo la sagoma dell'edificio ho potuto farlo  :ok:

WF_ARCH

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 2.247
Re:Variante e variante finale
« Risposta #9 il: 19 Settembre 2013, 12:24 »
Anche a me (Lombardia) è capitato di fare una dia per regolarizzare opere già ultimate relative ad un permesso di costruire. Tali varianti rientravano tra quelle ammissibili dall'art.22 T.U.E. Inoltre anche se ero in vincolo ambientale visto che non modificavo la sagoma dell'edificio ho potuto farlo  :ok:

è appunto una di quelle modifiche che contrastano con l'art. 22 succitato ... tuttavia ora ammissibili con SCIA in variante, dopo l'entrata in vigore del Decreto cosiddetto del "FARE"

bye by WF

mariogeo

  • Newbie
    ...sono qui da poco, il mio miglior amico è il pulsante RICERCA
  • *
  • Post: 1
Re:Variante e variante finale
« Risposta #10 il: 16 Giugno 2015, 09:56 »
Bisogna prestare molta attenzione:


Le opere di variante devono rientrare tra quelle previste dall'art. 22 comma 2 del DPR 380/2001.


In caso contrario si ricade nei casi previsti dagli artt. dal 31 al 37  del DPR 380/2001 che sono sanzionati caso per caso.........per cui è meglio presentare anticipatamente la variante in corso d'opera.....


Spesso e volentieri i problemi nelle varianti in corso d'opera sono causati dagli uffici tecnici comunali e dalle loro lungaggini nel definirle......a volte anche 8/12 mesi...... e in questi casi cosa fai?......sospendi i lavori e mandi via l'impresa in attesa che il funzionario di turno si decida di chiudere la pratica?.....

Buongiorno a tutti, mi ricollego a questo topic anche se di qualche anno essendo ancora un argomento molto attuale.
Il mio caso è questo: avevo un permesso di costruire che per data è scaduto ad agosto scorso. A quella data il fabbricato era completato al grezzo quindi con copertura, murature, tramezzature interne, vano scala, solette balconi e terrazza senza parapetti e pavimentazioni. Depositai una fine lavori parziale comunicando che i volumi e le superfici autorizzate nel permesso erano state acquisiste e realizzate ma mancavano di finiture. Contestualmente presentai una SCIA per completamento delle opere di finitura interna ed esterna non ultimate con il permesso di costruire allegando una copia del progetto da ultimare e dichiarando che se ci fossero state variazioni sostanziali sarebbero state segnalate. Quindi ad oggi le opere sono supportate da questa SCIA per completamento dei lavori. Le lavorazioni hanno rispettato il progetto in tutte le sue previsioni tranne che per i parapetti esterni: sul progetto, non sapendo specificatamente le volontà della committenza, erano state indicate delle ringhiere sui balconi e sulle terrazze. Durante i lavori per volontà della committenza e ragioni estetiche sono stati realizzati per parapetti che si alternavano con la ringhiera. Questa lieve modifica dei parapetti non fu anticipata da una variante alla scia in quanto la ritenevo non sostanziale. Mi confermate che posso presentare una variante finale ai sensi dell' art. 22 comma 2 e 2 bis alla SCIA in corso? Le foto che allego del fabbricato hanno già i parapetti e ciò mi fa pensare che possa essere interpretata come art. 37.?
Il vano tecnico di 1.00 x 2.00x 2.70 di altezza per alloggiamento dei sistemi tecnologici del solare termico,fotovoltaico,pompa di calore e geotermico che ho ricavato su un balcone è un volume in deroga, sapete indicarmi la normativa?
Grazie

antonibon

  • MODERATOR
    ...non tutti i supereroi indossano il mantello
  • *
  • Post: 5.463
Re:Variante e variante finale
« Risposta #11 il: 19 Giugno 2015, 18:33 »
Ciao....è inutile postare due volte e separatamente la stessa richiesta (per questo ho cancellato l'altro post).....


Più che per i parapetti dei poggioli (la variante è ininfluente) la variante è necessaria per il volume tecnico che hai già realizzato sul balcone......
E, secondo me, il problema nasce qui in quanto il volume tecnico è da considerarsi, a tutti gli effetti, un ampliamento da richiedere preventivamente alla sua realizzazione e ora soggetto ad una sanzione.


Per questi motivi ti conviene guardare bene il regolamento edilizio e le norme tecniche di attuazione del PRG del Comune in cui è ubicato l'edificio.....e poi sentire l'ufficio tecnico.


PS:  mancano le foto in entrambi e post.
Antonello B.

ArchiCAD 23 :: Artlantis 7 :: macOS Catalina :: Windows 10 su VmWare Fusion 11.5.0